Confronto dei deumidificatori

In opposizione agli umidificatori, in molte situazioni abitative, é richiesto anche il risultato opposto: la deumidificazione. Purtroppo, nonostante le severe normative edilizie e un clima di vita impegnato e positivo da parte di proprietari, intermediari e venditori, molte case e appartamenti hanno valori di umidità troppo elevati. Questo non riguarda solo l’umidità delle pareti, ma anche i potenziali parassiti che possono essere attratti e gli oggetti personali che possono marcire. Anche il benessere soggettivo può essere compromesso, in quanto valori di umidità dell’aria troppo elevati possono causare mal di testa e nel peggiore dei casi anche nausea. Anche se una certa umidità è salutare per il corpo umano, i valori attivi in molti ambienti sono di solito troppo elevati. Si sconsigliano pertanto valori compresi tra il 40 e il 60% di umidità. Anche se la percezione varia leggermente da persona a persona, attraverso un deumidificatore, si ha un metodo semplice ed economico per garantire un’aria ottimale negli ambienti, anche se ci sono molte piante o se più persone hanno soggiornato per lungo tempo negli stessi ambienti o per altri motivi che hanno portato ad alti livelli di umidità. Nel nostro confronto dei deumidificatori, grazie a test accurati, vengono proposte opzioni per ottimizzare l´ambiente abitativo.

Test Suntec deumidificatore DryFix 20

Deumidificatore Suntec DryFix 20

Questo potente deumidificatore di Suntec ha mostrato molti vantaggi progettuali e funzionali nel test, master raramente installati ma caratteristiche molto utili nei ventilatori ambiente ed è disponibile in varie versioni. Dal confronto tra i deumidificatori, questa unità è risultata vincitrice del test nel 2018.

Potenza: adatto per ambienti fino 65m²
Clima d'ambiente positivo: inclusa purificazione dell'aria
Adatto anche per l'asciugatura del bucato
Display per visualizzazione ottimale delle funzioni
Ottimo design e facilmente trasportabile
Prezzo lievemente al di sopra della media
Test deumidificatore Comfee

Deumidificatore Comfee MDDF-16DEN3

Un deumidificatore robusto e potente di Comfee, che ha un buon prezzo. Anche funzionalmente, otticamente e nella sua perseveranza non è in alcun modo inferiore alla concorrenza. Un highlight speciale è il display dell’acqua sempre visibile. Anche dal punto di vista del Design e a livello tecnico é un’apparecchio che si fa notare.

Veloce e prestante: 20 litri al giorno
Funzionalitá aggiunte: ideale anche per asciugare lavori di muratura
Possibile utilizzo per asciugatura del bucato
Display utile per diverse notifiche
Prezzo adeguato e prodotto compatto
Aumento del rumore per la funzione extra veloce
Trotec Deumidificatore TTK 50 E

Trotec Deumidificatore TTK 50 E

Il produttore Trotec mostra il suo lato migliore con la sua unità TTK 50 E nel confronto deumidificatore. Con 16 litri al giorno, qui avviene una disidratazione ad alte prestazioni. Anche a basse temperature, ad esempio in cantine o garden house, il prodotto funziona in modo affidabile come dimostrato dal test dei deumidificatori d’aria.

Il deumidificatore ha una prestazione di 16 Litri al giorno
Anche con temperature basse non mostra alcun problema
Maniglie e rotelle per trasporto facilitato
Prezzo per le funzioni incluse leggermente al di sopra alla media
Tuttavia molte funzioni utili (protezione di trabocco, luce di avviso ecc…)
Test del filtro di deumidificazione Topop/TopElek

Topop Deumidificatore Kompakt Air Dryer

Può essere anche un po’più piccolo? Fedele al motto “piccolo ma prestante”, Topop si affida ad un deumidificatore compatto che soddisfa tutte le esigenze. Funziona in modo rapido, affidabile e soprattutto silenzioso. Ideale per un acquisto a basso costo in cui è sufficiente fare a meno di funzioni aggiuntive estese.

Vincitore tra quelli a basso Budget
Design estremamente compatto
Buona prestazione e versatilitá
Silenzioso in lavorazione
Meno funzioni rispetto a prodotti più cari

Informazioni generali e consigli riguardo al test di confronto dei deumidificatori

Molti modelli comuni di deumidificatori hanno lo stesso modo di gestire. Questo viene mostrato sotto forma di funzioni disponibili, opzioni di impostazione e proprietà generali. Un deumidificatore per aria di solito è composto da un pannello di controllo con vari display, un’uscita dell’aria, idealmente una maniglia per il trasporto, coperchi in diversi punti, un filtro all’interno, l’apertura di uscita dell’acqua essenziale e un serbatoio dell’acqua. La maggior parte dei dispositivi può essere accesa premendo un pulsante o ruotando una manopola. Nel caso di un pulsante, spesso c’è un interruttore aggiuntivo per regolare il livello di deumidificazione. Con una manopola girevole, l’angolo di rotazione è già decisivo per l’efficacia della funzione. Le percentuali di calcestruzzo che si possono ottenere con l’impostazione desiderata sono di solito indicate dai produttori nel manuale o online. Nei nostri test di deumidificazione individuali e nel confronto generale dei deumidificatori, ci concentriamo anche su questi valori guida, che vi permettono di trarre conclusioni sulla qualità, la gamma funzionale e la precisione dell’unità. Se siete alla ricerca di dispositivi più potenti, la costruzione di essiccatori sono il mezzo di scelta. Questi grandi fratelli dei deumidificatori possono dissipare dall’aria capacità d’acqua notevolmente superiori, ma sono più ingombranti, spesso destinati all’uso in cantiere e più costosi.

Interventi di ottimizzazione ed istruzioni di sicurezza

Molti dispositivi di controllo dell’umidità dell’aria hanno una cosa in comune: non appena viene raggiunta l’umidità relativa desiderata, il compressore della macchina si spegne. Se l’umidità dell’aria supera l’impostazione desiderata durante le misurazioni di corrente, l’unità si riavvia finché viene garantita la normale alimentazione elettrica. Tali modalità di rilevamento automatizzato dispongono anche di depuratori d’aria e di altri apparecchi per il clima interno. Persino alcuni diffusori di aromi costosi a volte hanno tale funzionalità. Per quanto riguarda i deumidificatori, non funzionano se il livello di umidità impostato è superiore a quello dell’ambiente. Anche se il serbatoio dell’acqua è pieno, un dispositivo appropriato non può più funzionare. Anche se sembra che l’acqua non venga raccolta quasi mai, questi contenitori possono spesso riempirsi molto rapidamente. Ogni dispositivo da noi testato e consigliato offre una protezione di troppopieno. Non è quindi possibile che un deumidificatore continui a funzionare e provochi il trabocco dell’acqua nel contenitore. Tali malfunzionamenti di solito si verificano solo con prodotti a basso costo senza alcuna garanzia di qualità. Tuttavia, se il deumidificatore per l’aria ambiente non dispone di un collegamento per il tubo dell’acqua attraverso il quale l’acqua raccolta viene scaricata, il serbatoio dell’acqua deve essere svuotato manualmente.

Un punto importante per la protezione dei deumidificatori è il fatto che è necessario attendere alcuni minuti dopo lo spegnimento dell’unità prima di rimetterla in funzione. A seconda del prodotto, le specifiche del produttore variano da 2 a 10 minuti. Secondo i nostri risultati, non ci sono stati problemi con gli articoli dopo un tempo di attesa di 3 minuti. Tuttavia, ciò che può causare problemi è superare o scendere al di sotto della temperatura di funzionamento consigliata. Normalmente questa temperatura varia da 1° a 40° Celsius. Non deumidificare mai a temperature negative. Lo stesso vale per le situazioni estremamente calde dovute all’elettronica e ai potenziali vapori d’acqua. Tuttavia, il leggero aumento della temperatura ambiente durante il funzionamento della maggior parte dei deumidificatori è un processo normale. Il calore viene generato dal compressore in funzione, quindi si tratta di un processo normale.

Riassumendo i punti importanti del confronto dei deumidificatori

Ultimo aggiornamento: 2019-10-16 - Aromaterapia.guru utilizza contenuti di Amazon Product Advertising API.